sabato 6 novembre 2010

Berlusconia

A Berlusconia può succedere di tutto. Puoi svegliarti la mattina e dire che la mafia ti manda le escort a casa per poi ricattarti. Puoi anche dire che abolirai il cancro. Puoi persino spingerti a dire che il cancro è la magistratura.

Vedete, a Berlusconia si possono anche evadere le tasse e dire che sono troppo alte. Puoi anche far rientrare i capitali dall'estero pagando soltanto il 5% sul totale. Berlusconia è meravigliosa! Lì puoi chiamarti utilizzatore finale se vai a mignotte e compiacere Sua Santità dicendo meglio andare a puttane che frocio! Inoltre, a Berlusconia puoi nominare le migliori gnocche all'interno delle assemblee pubbliche e far emigrare all'estero i cessi e quelli che hanno studiato.

A Berlusconia hai fatto un miracolo anche solo dicendolo. Ricostruisci paesi distrutti dal terremoto dall'oggi al domani. Spazzi via i rifiuti dalle strade anche solo a pensarlo. E' questa la nuova frontiera dell'ambientalismo! Puoi dire che i termovalorizzatori non sono dannosi per la salute e farlo annunciare da oncologi di primo piano. E puoi anche nominare questi oncologi ai vertici di agenzie nucleari. Puoi mettere nel tuo governo chiunque, senza distinzione di ceto, e questo perchè tutti sono uguali! Ad esempio, giusto per dirne una, cos'ha di meno rispetto ad un altro un sottosegretario camorrista? Nulla! Berlusconia è ugualitaria proprio per questo.

A Berlusconia i giovani fanno la gavetta andando alle serate in lista e vestendo rigorosamente come Costantino Vitagliano. Qui tutti si mettono in fila per farsi selezionare in un qualsiasi ingresso. Mica entra chicchessia. Solo gente selezionata!

A Berlusconia non si leggono libri, non si guardano telegiornali e l'unica Maria che venerano di cognome fa De Filippi e va in onda alle tre su Canale 5. A Berlusconia l'istruzione è leggera. Mica quei tomi di una volta. La cultura è stata stravolta da una ventata di freschezza. Basta con  la Normale di Pisa, l'Orientale di Napoli e la Bocconi. La nuova frontiera dell'istruzione universitaria si chiama Cepu. Basta con il Devoto-Oli. Oggi  ci sono i più economici e snelli Chi e Novella 2000.  Per non parlare dell'immagine! Stop ai randagi puzzolenti, rasta e con le barbe lunghe. Via gli sfigati con le magliette anonime. Qui ci si lampada e le sopracciglia vanno rifatte. Oltra al trapianto di capelli e all'impianto idraulico, beninteso.

A Berlusconia si pensa solo al futuro.  Se le ragazze vogliono fare carriera, basta dirlo e c'è una soluzione unica per tutte. Basta con questi distinguo. Mi laureo lì, mi specializzo in questo, studio per fare questo. Basta sposare uno ricco! E poi, a Berlusconia tutto è più facile! Per esempio, se devi presentare il tuo curriculum lo presenti a metà. Solo culum, niente curri!

A Berlusconia hai anche la fortuna di poter avere le centrali nucleari. Magari proprio vicino casa tua, come in un episodio dei Simpsons! Inoltre, qui si ammazzano i sindaci che rompono le palle con l'ambiente. Oppure, se proprio non li si possono uccidere, si destituiscono dal loro incarico.

A Berlusconia il motto è: "via il vecchio e avanti il nuovo". Gli scavi di Pompei? Possono pure crollare! Cartacce e statue mozzate a Villa Borghese? Chi se ne frega! Tanto c'è Arcore, la Costa Azzurra e il nuovo rifugio ad Antigua! E poi c'è il ministro della cultura, Sandro Bondi.

A Berlusconia ci sono anche i supereroi. Mangano e dell'Utri, per citarne due a caso.  Anche l'amore è diverso! Un pò libertino e un pò bucolico! Per esempio, ci sono Apicella, Fede e Mora che mangiano ciliegie insieme a belle ragazze, guardandole negli occhi e cantando loro degli stornelli., senza toccarle però! Qui c'è l'Italia multiculturale con donne da tutto il mondo che possono fare carriera! Altro che Stati Uniti e American dream! Il melting pot? Qui neanche lo vediamo! Le differenze tra maggiorenni e minorenni? Macchè! Tra maggiorate e minorate? Quelle sì. 

A Berlusconia puoi evitare di rispondere ai giornalisti, se proprio non vuoi. O se proprio vuoi, ma non hai tempo, puoi sempre dare la risposta breve, esibendo semplicemente il dito medio.

A Berlusconia, c'è sicurezza! E questo perchè i criminali ormai li trovi facilmente. Basta che siano extracomunitari!

A Berlusconia regna la pace. Non c'è opposizione. Lì puoi dire e fare quello che vuoi. Puoi possedere televisioni e giornali, avere tanti interessi e fare addirittura politica. Qui a parte le droghe, non ti è proibito niente! Puoi fare tutto! Ma tutto, tutto. Puoi fare il governatore che va a trans. Quello eletto con una maggioranza e che poi governa con un'altra. Puoi fare il primo cittadino incompetente, basta che lo dica La Russa. Insomma, a Berlusconia c'è davvero da sbizzarrirsi! Credetemi.

Qui non ci sono i noiosi proverbi ma solo divertenti barzellette. I capi di stato si accolgono col cucù. Finiamola con tutto questo protocollo. Boutade: questa è la diplomazia del XXI secolo! Nuovi Bush Jr e Blair vogliono andare in guerra? Tranquilli c'è Berlusconia a sostenervi! Nuovi Putin e Gheddafi si aggirano sullo scacchiere internazionale? Tranquilli, venite qui! Perchè qui, in questa terra di libertà,  tutto è possibile. Dalla 'ndrangheta all'Expo alle chiamate alla questura, alle frequentazioni con la nipote di Mubarak. Dove lo trovi un paese libero come questo? E poi, qui c'è il bunga bunga!

AV