sabato 31 luglio 2010

Scene da un divorzio. Il compleanno del ministro Rotondi

Berlusconi arriva al compleanno di Rotondi

Con l'estate la qualità delle notizie tende ad essere ancora più scadente. Eppure la pubblicazione delle foto del compleanno di Gianfranco Rotondi la considero un grande colpo giornalistico. Anche perché è la sera del divorzio tra Silvio e Gianfranco, e alla festa c'è pure il premier!
Dalla scrivania del mio ufficio sfoglio l'intero catalogo di immagini. Interessante. Una festa organizzata ad arte. C’è Denis Verdini. C’è il sottosegretario Caliendo. Tutta l’associazione a delinquere di stampo politico – per dirla alla Di Pietro - e gli immancabili lacchè di corte. E poi c’è lui. Da solo. Mano nella mano con una bella mora. Mentre abbraccia Assunta Almirante e tiene in mano un libro con la foto del leader missino in copertina. Ha un viso disteso il premier, un'espressione beata, quasi angelica. Un volto placido. Di certo c'è sintonia tra i due protagonisti della foto. E questo a poche ore dal divorzio tra Silvio e l'altro storico leader del centro-destra italiano del dopo tangentopoli. E così l’istrione si fa fotografare con la signora, ben addobbata per l'occasione. Una foto. Anzi due. La prima in coppia. La seconda con il defunto marito in copertina, il quale - se interpellato - non credo sarebbe così felice nel veder associare il proprio volto a quello del Cavaliere del pietoso.
Ma la recita finisce presto e Silvio sente l'esigenza di tornare a fare quello che gli viene più naturale. Via quindi il sorriso ebete da finto bravo ragazzo. Gli ci vuole poco per rimettersi a fare il viveur. Belle donne a fianco (foto con Gabriella Giammanco); pronto a ricevere l'adulazione dei suoi dipendenti (foto con Augusto Minzolini); intento a parlar di affari (foto con Denis Verdini e Giacomo Caliendo). Insomma, scene da un divorzio.

AV